Biblioteca - Informazioni generali per l'utenza

Il patrimonio bibliografico della Biblioteca della Donna, costituito da circa 8000 volumi, viene registrato nel Catalogo Unico della Provincia Autonoma di Bolzano, Explora

Nella sala lettura si possono consultare le riviste specialistiche. La bibliotecaria svolge servizio di prestito, restituzione e catalogazione. Inoltre offre consulenza sulla disposizione del patrimonio bibliografico e nelle ricerche bibliografiche. Fornisce informazioni, consulenza, assistenza alla ricerca.

L’orario di apertura al pubblico è il seguente: Lun.-Mar.: 14.30-18.30 - Mer.,Gio.,Ven.: 9.00-13.00 - Sabato chiuso
P.zza Parrocchia, 16
39100 Bolzano
Tel. + Fax: 0471-983051
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Iscrizione alla Biblioteca della Donna

L’iscrizione alla Biblioteca della Donna è riservata ai cittadini e alle cittadine residenti in provincia di Bolzano, o a chi abbia un’attività di studio o di lavoro o un domicilio, sottoscrivendo un modulo in cui si autocertifica il possesso delle condizioni richieste, purché siano residenti nei paesi dell’Unione europea. L’iscrizione è riservata a chi ha già compiuto 14 anni presentando un documento d’identità valido. Disabili o degenti possono essere iscritti al prestito da un loro delegato, tramite presentazione di delega scritta e di un documento valido, anche in fotocopia, del delegato e del delegante.

L’iscrizione per i minori di 18 anni prevede l’autorizzazione scritta di un genitore. Il sistema di prestito è automatizzato e come tessera di iscrizione viene usato il tesserino magnetico del codice fiscale o la nuova tessera sanitaria. È prevista una quota facoltativa di iscrizione all’associazione Centro Documentazione e Informazione della Donna di 10,- euro e 7,- euro per studentesse e studenti.

Prestito/Regolamento

Il prestito è libero e gratuito. Tutto il patrimonio è ammesso al prestito, escluse alcune opere di sola consultazione, i periodici e le tesi di laurea. Possono essere presi in prestito fino a 5 volumi per la durata di 1 mese con possibilità di proroga per altri 30 giorni, tranne nel caso in cui l’opera sia stata prenotata da un altro o un’altra utente.

Nel caso di mancata restituzione delle opere in prestito, l’utente riceverà un avviso dopo 10 giorni. Dopo il terzo avviso si viene esclusi dal prestito per la durata di 90 giorni. Chi perde o danneggia, anche parzialmente, l’opera presa in prestito, è tenuto ad acquistarne una copia.

Federazione delle associazioni culturali femminili/Affitto sala Biblioteca della donna

La Biblioteca della Donna fa parte, assieme all’Archivio storico delle donne, della nuova sede del Centro interculturale delle donne, situato in p.zza Parrocchia 16 a Bolzano e inaugurato l’8 aprile del 2005.

Il Centro è gestito da una Federazione di associazioni culturali femminili costituite dal Centro documentazione e informazione della donna, l’Archivio storico delle donne, l’associazione Donne Nissà, Zonta, Alchemilla, il Club Soroptimist, la Rete Donne-Lavoro.

La sala della biblioteca è luogo di conferenze, seminari, convegni, conferenze-stampa, incontri con autrici/autori, organizzati dalle associazioni che costituiscono la Federazione, ma anche da associazioni esterne o istituzioni.

La sala della biblioteca può essere presa in affitto, salvo che negli orari di apertura al pubblico.